una giornata di ordinaria monotonia

Oggi non passa un’anima per la galleria.
C’è la venice marathon.
Fa freddo.
La guardasala triste è in malattia.
La sostituisce la guardasala ipocondriaca.
Mi ci è voluta un’ora per toglierla dal piede di guerra.
Mi consola che abbiamo ora una guardasala normale.
Alle 18.00 ho un primo colloquio in una galleria d’arte.
Domani un altro nel pomeriggio per una cooperativa.
Domani devo anche fare l’inventario.
C’è un alone di tristezza.
Mia mamma mi ha chiesto se sabato prossimo vado a vedere una mostra con lei…
Non lavorerò sabato prossimo, quindi la risposta è sì.
Ho amato e odiato questo posto, questo lavoro, questi orari assurdi, le persone che ci lavorano, le responsabilità che mi hanno sempre dato senza riconoscermi il merito per quello che facevo, le inaugurazioni, gli intoppi quotidiani, il lavoro extra, la libertà di navigare in internet come e quando volevo…

Oscillo tra la gioia di una nuova avventura sapendo che bene o male cadrò in piedi o su un morbido materasso e la tristezza o la nostalgia per un luogo dove ho trascorso 16 mesi della mia vita…

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...