fede, fedi e andiamo avanti

Per qualcuno entrare in chiesa è terapeutico, io ci entro quando non ho più la forza di andare avanti e mi siedo, chiudo gli occhi, piango e cerco di liberare la mente. L’altra sera mi sono detta: “suvvia! sei in chiesa dì una preghiera, una qualunque”. Il risultato è stato atroce, non ne ricordo neanche una, ma forse non sarà attraverso una poesiola che mi sentirò meno sola e più serena. Però è un fatto inquietante.

Mamma dopo sette anni ha deciso di liberarsi delle fedi (sua e di papà) e quando me lo ha detto ne sono stata quasi sollevata, forse è un primo passo per dare degna sepoltura ad un periodo della sua e della mi vita in modo degno

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...