e il giorno fu

Ebbene tra circa due ore mi laureo e sto al pc per non stare con lansia e con quella di mia madre. Ci sarà qualcosa di profetico nel fatto che la terapista mi voglia  vedere domani? Concentriamoci su ciò chè importante: non piove, il vestito mi sta benissimo, i capelli sono in ordine, devo solo ritoccare il trucco e concentrarmi per non cadere dalle scale con i tacchi. Mi spiace che non ci siano i miei amici qui, ma domani in fondo è la mia festa, lontana da questo schifo di città, lontana per sempre da Bologna. Sinceramente ho una piccola paura: il vuoto di memoria. Ma la tesi l’ho scritta io, sarò lultima della lista a discuterla e quindi nessuno mi ascolterà, per fortuna ho le mie slides e tanto EN in borsa. Unaltra cosa che mi fa paura è che non sto provando alcun tipo di sentimento: nè positivo nè negativo. Ricordo lemozione della prima laurea a Venezia, l’amore che ci avevo messo in ogni singolo dettaglio e invece oggi è come se dovessi andare a farmi una ceretta: si deve, ma non è piacevole. Se poi penso che da domani la vita universitaria sarà parte del mio passato mi sento triste perchè non mi sento pronta ad essere grande, non voglio essere grande…Ora vado a far finta che me ne importi qualcosa dei fiori e del colore del mio rossetto. Ho visto l’emozione e l’orgoglio negli occhi di mia madre e questo forse è quello che volevo…niente di più e niente di meno.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...