piccoli passi e panchine agli ormoni impazziti

Io quasi mi sto dimenticando che venerdì mi laureo…sarà che ormai è tutto pronto: la tesi stampata, le slides belle fatte, ho deciso cosa mettermi, ho organizzato quasi tutto, le bomboniere le sistemo tra oggi e domani…

E nel frattempo mi sto godendo il mio regalo di laurea: il tatuatore. Ci scarteremo tipo pacchetto regalo domenica sera a quanto pare, ma nel frattempo ci sbaciucchiamo avidamente su panchine isolate a San Pietro. La cosa fa un po’ specie perchè è molo romantico, ma siamo pur sempre davanti ad una chiesa e di là del prato vive il parroco con la perpetua…pazienza. Le sue mani esplorano la mia pelle e forse è per questo che ho preso freddo e sono influenzata. Però mi ero dimenticata quanto fosse eccitante farsi le coccole e non poter andare oltre. Che poi di lui mi piacciono le mani…sa sempre che fare e pare che sappia anche fare i massaggi…proveremo. Devo dire che i nostri ormoni sono impazziti, e mi piace questa sensazione, mi piace poi camminare mano nella mano per una Venezia deserta e salutarci a Piazzale Roma un istante prima che parta il suo autobus. Siamo 2 a 1 per i punti erogeni scovati ma ci lavoreremo.

 

Annunci

bomboniere

Le bomboniere alternative per la laurea sono venute benissimo (oggetto utile, edizione limitate, fatte fare da una coperativa sociale di carcerati), adesso manca solo il mio tocco personale e siamo a posto! Credo che se non fosse per queste cose sarei ancora arenata a fare l’esame di economia pubblica.

 

gaffe (2)

A Venezia, parlando del più e del meno accoccolati su un letto stretto stretto
Lui: hai la pelle morbida
Io: grazie
(Silenzio)
Lui: sei venuta…
Io: sì, sono venuta ad abitare a Venezia ormai da un anno. Te lo avevo detto prima
Lui: …io intendevo…
Io: mi servirebbe una definizione più scientifica (avevo in mente solo quella dell’esplosione di stelle di Cruel Intentions)
Lui: …
Io: boh, dai, penso di sì. Te lo dico la prossima volta

 

ho un moroso

Ebbene con il tatuatore è qualcosa di più di un flirt o almeno sembra. La nostra giornata è stata molto romantica: passeggiata sulla spiaggia con notevoli soste per sbaciucchiarsi. Poi capatina a casa e coccole coccole coccole coccole coccole coccole coccole e baci ovunque. Agli amici più intimi i dettagli o forse domani quando sarà più a mente lucida.

 

ultima puntata

Non mi piacciono mai le ultime puntate di una serie, lunga o corta che sia, perchè piango sempre e cè ogni volta una musica struggente, chi fa i bagagli, chi si innamora, chi muore, chi resta…è un supplizio al quale non posso sottrarmi. Ieri sera è finito RIS. Non era stata una serie particolarmente intrigante (le migliori sono la prima e la terza), però era una buona compagnia e con Dave lo commentavamo su msn e parlavamo anche del più e del meno. E adesso è finito e anche l’appuntamento online/divano del giovedì non c’è più. E io mi sento triste come quando finirono altri telefilm che segnarono la mia vita (Dave, tu sai di che parlo)…