e una è fatta

Che ho fatto ieri (sabato)? Evento eventone in quel di Venezia, curato dalla Fondazione per cui lavoro…
ore 8.30 parrucchiera e appena esco alle 9 per fiondarmi in ufficio diluvio universale sopra la mia testa
9.10-10.30 ultima parte dell’allestimento con dei cavalletti da scultore recuperati in fretta e furia al deposito DHL
10.40-14.50 conferenza stampa al Teatro: si erano persi le cartelle stampa, gli stagisti in crisi, una pioggia da far paura, giornalisti in ritardo, sindaco e direttore desaparecidos. Io a gestire l’arrivo dei taxi…ne vogliamo parlare? Pioggia, uno scarico di materiali di scena per la porta dacqua*, collezionisti e giornalisti che non volevano andare a piedi, gli stagisti e i vigili del fuoco che non mi davano una mano e vecchiotti collezionisti che rischiavano di rompersi il collo salendo sul taxi.
15.10-16.40 prewiew della mostra per la stampa (sono andata al bar a prendere tramezzini per lo staff, eravamo morti)
17.10 si smagliano le calze
17.40 cambio con abito da sera, calze nuove (100 den), sacchetto con scarpe e ai piedi stivali da pioggia/acqua alta
18.20 arrivo a teatro
18.40 metà degli ospiti ha dimenticato il biglietto del teatro in albergo, spesso confondendolo con l’invito per la cena…per circa 20 minuti ho rischiato di non vedere l’opera (in prima nazionale) e forse sarebbe stato meglio
20.10 a metà dello spettacolo esco dal teatro, vado a cercare la porta d’acqua, chiamo i taxi e mi dicono che non si può fare…la marea è troppo alta. Con il curatore nuovi media corro al ristorante/albergo, lascio gli altri a gestire la salita sui taxi a rialto
20.30 sono in albergo…un turista tedesco è appena morto…stanno aspettando il recupero della salma.
20.50 lartista ha invitato anche tutti i musicanti e non ci sono abbastanza posti a cena anche perchè alcuni si sono portati tutta la famiglia (8 bambini urlanti, moglie e cognata). Proviamo a far entrare tutti.
21.50 mi siedo nella hall esausta dopo aver fatto sedere tutti e penso se andare a prendermi una pizza o farmi un piatto di pasta a casa. Arriva l’Ufficio Stampa in uno slancio di bontà…c’è un posticino anche per me.
23.50 la moglie di un consigliere si sente male…
02.10 a nanna
e sono sopravvissuta e oggi muoio a letto.
Domani si replica.

 

Un pensiero su “e una è fatta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...