Archivi del mese: dicembre 2008

ciao 2008

E inevitabile guardarsi dietro le spalle e fare un bilancio dell’anno che è stato, lo è ancora di più sapendo che il 2009 poteva non arrivare.
Quindi, i punti salienti – e non necessariamente negativi – sono stati:

  1. ho finito l’università
  2. ho avuto un contratto di lavoro (sottopagato, stressante, mal considerato…eppure bellissimo)
  3. sono tornata in terapia dallamata analista
  4. ho scelto di cercare un compagno e mi è andata di lusso praticamente al primo tentativo
  5. ho riscoperto il valore della vita
  6. ho saputo dire “ti amo” prima con il cuore, poi a parole
  7. sono tornata a Parigi per il mio compleanno
  8. ho compiuto 26 anni celebrando la mia vita con un piatto di ostriche
  9. sono andata al mare
  10. ho riscoperto la differenza tra sesso e amore
  11. ho avuto la forza di tornare a Roma
  12. Grande Amore ha messo incinta un’emerita sconosciuta, ho accolto la notizia, l’ho accettata e mi preparo a diventare zia ad aprile. Però resto pronta per andare ad allevare gnu
  13. ho quasi comprato una casa e nel frattempo ho lasciato i miei vecchi coinquilini
  14. ho conosciuto tante nuove persone splendide, meravigliose, forti, positive
  15. mi sono resa conto che ho una famiglia che mi ama, degli amici fantastici, dei colleghi amorevoli e un moroso strano che non mi lasceranno mai sola

E così mi sento pronta ad affrontare il 2009 con la speranza che sia migliore del 2008…e domani sera sarò in Piazza San Marco al bacio collettivo e poi tutto quello che ne consegue…

 

Annunci

esami

Preferivo fare gli esami universitari…

 


routine

Oggi si ritorna al lavoro più scarichi del solito e con una voglia assurda di non essere più qui. Riuscirò a resistere ma riuscirò anche a cambiare lavoro. Lo spero. Sono sola in ufficio con una pila di fatture arretrate che mi guardano e dicono “smettila di cazzeggiare in internet e controlla la posta arretrata…tra cui 1062 mail quasi tutte di spam”. Sorridiamo e andiamo avanti e smettiamola di leggere oroscopi altrimenti dò di matto più del previsto.

 


shopping

Oggi spese non troppo pazze a Bologna.
Mi ci voleva.

 


a mali estremi

Ho bisogno di dormire, di non sentire i miei pensieri, di riposare gli occhi e non piangere…bentornato amico EN! Ho passato una splendida notte con te.

 


calde lacrime

Vorrei essere lieta, vorrei riuscire a ridere e a vedere tutto con gli occhi di una bambina e invece una profonda tristezza e un’orribile angoscia che mi attanagliano. Pensavo dipendesse dall’incontro con mia madre e il ragazzo di mia cugina e invece non era solo quello: la paura per il mio futuro, per il lavoro, per la mia relazione, per la mia salute. Oggi sono andata al Santo a vedere, come ogni anno da 26 anni, il presepe e mi si è stretto il cuore quando ho pensato quanta gente ha pregato per me sognando di avermi qui oggi. E io li ripago con le lacrime. E non è giusto per nessuno.

 


il fantasma dei natali passati

Il fantasma dei natali passati non è tornato a farmi visita (per il momento). La cosa mi solleva, ma ci speravo e neanche poco. E con ciò si dimostra che è un bastardo (e mi riferisco a mio padre).