in cosa crede l’amata analista. sintesi: la mia malattia è dipesa dalla mia testa

E’ ormai noto da tempo, infatti, come l’ansia, la depressione e un abbassamento della forza dellIo (capacità di affermazione), siano tutti fenomeni associati all’ipoattività del sistema immunitario, che appare stressato. Alla base del malfunzionamento delle difese dell’organismo sembra possa esserci un mancato adattamento della risposta emotiva allo stress.
La mente e il Sistema Immunitario

I fenomeni legati allo stress sono ormai abbastanza noti e ci appaiono come risposte meccaniche. Ma le ultime scoperte ci dicono che sulla superficie delle cellule T, quelle legate all’immunità acquisita, quindi alla specifica storia evolutiva in ogni individuo, sono presenti dei recettori in grado di rispondere alle informazioni chimiche portate dai neurotrasmettitori, e di attivare, dirigere e modificare di conseguenza le loro funzioni di cellule immunitarie.

Si è scoperto infatti che il tessuto linfoide  (midollo osseo, timo, milza, tonsille, nodi linfatici, ecc.) è innervato, il che vuol dire direttamente connesso con il sistema nervoso centrale, con cui è in dialogo attraverso neurotrasmettitori e recettori. Gli immunorecettori infatti non si limitano a rispondere alle molecole messaggere inviate dal sistema endocrino e a immunotrasmettitori del sistema immunitarío stesso, ma rispondono anche ai neurotrasmettitori del sistema nervoso autonomo.

Questo sta a dimostrare che la mente, tramite l’ipotalamo (e l’ipofisi), ha un accesso neurale diretto al sistema immunitario. E la mente è il luogo dove viene elaborata la nostra risposta finale agli eventi, e dove viene elaborata soprattutto l’immagine che abbiamo di noi stessi.

Lipotalamo è una struttura neurale complessa con un ruolo determinante nelle risposte somatiche e autonome relative agli stimoli emotivi. E’ intimamente connesso con il sistema limbico, altra sede emozionale, che lo contiene e lo regola, e che è connesso a sua volta con i centri superiori del cervello.

E’ stato dimostrato che l’ipotalamo è legato alle risposte immunitarie. Infatti sia la sua inibizione che la sua eccitazione provocano mutamenti della reattività immunologia; e lattivazione di una risposta immunitaria nel corpo provoca a sua volta cambiamenti misurabili allinterno dellipotalamo. Si ritiene quindi che la connessione mente-corpo venga mediata attraverso la via limbico-ipotalamico-pituitaria, che porterebbe al sistema immunitario messaggi provenienti direttamente dal sistema nervoso centrale.

La ghiandola pituitaria (ipofisi) è direttamente connessa con le fibre nervose dell’ipotalamo (nella  porzione posteriore, la neuroipofisi) . Essa, come i neuroni, secerne mediatori chimici, prodotti dalle cellule nervose dell’ipotalamo, che raggiungono la ghiandola stessa attraverso i loro lunghi filamenti neurali. Le secrezioni della neuroipofisi sono piuttosto secrezioni di cellule nervose. Ipotalamo e ipofisi posteriore sono quindi intimamente legate, e portano direttamente i messaggi provenienti dal cervello nel sistema immunitario.

  Deduzioni 

Se è possibile uninfluenza diretta del mentale sulle reazioni immunologiche acquisite, che prima erano ritenute dei processi puramente biologici, questo vuol dire che possiamo non essere così impotenti di fronte alle patologie legate a disfunzioni del sistema immunitario, poiché possiamo agire sulla mente stessa riequilibrando le nostre emozioni.

Se infatti la mente è implicata nel processo, e agisce sul sistema immunitario attraverso i nostri maggiori centri emozionali, allora noi forse possiamo anche instaurare un meccanismo di feed-back riequilibrando le emozioni per raggiungere di nuovo la mente, inviandole immagini diverse di noi stessi, che la informino di una nostra diversa capacità di stare nel mondo.

Annunci

3 pensieri su “in cosa crede l’amata analista. sintesi: la mia malattia è dipesa dalla mia testa

  1. il punto è che io sono quasi passata oltre…e se penso che una demielinizzazione (o come cavolo si scrive) dei nervi sia dipesa dalla mia testa mi fa rabbrividire. E’ vero, nelle 2 settimane prima avevo avuto diversi cambiamenti radicali, ma pensare che il mio cervello o il mio “Io” o quello che è hanno affrontato così un cambiamento…beh, sinceramente ho paura.
    Sto leggendo diversi scritti secondo cui lo stress abbassano le difese immunitarie, ma di certo non ti fanno finire intubata in terapia intensiva, al massimo viene febbre e raffreddore o una candida…

  2. io sto giro ho preso l’influenza due volte in un mese…e da quando soffro di ansia e panico sono cagionevole in maniera pazzesca…cmq, non vorrei permettermi di dare il giudizio sul tuo caso, però non credo possa essere dipeso solo dalla tua mente…

Rispondi a amandablack Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...