un po’ di ansia

Domani ho la visita neurologica di controllo dopo un anno…ho messo a posto tutte le carte, le analisi, la documentazione…ho il dubbio su come mi sento…

cuore di zia (acquisita)

Vi presento Francesco, il figlio di Grande Amore. L’ho sentito al telefono e aveva una voce così emozionata…era la prima volta che lo sentivo così entusiasta, che comunicava gioia dall’intonazione, che… mi sono emozionata anche io. E ancora una volta penso a quello che sarebbe potuto essere se…

post delirante: la chimica per sole donne

E’ più stupido il mio corpo o la chimica? La domanda è apparentemente sciocca, ma ci stavo riflettendo in preda ad una emorragia da urlo in ufficio. Allora per circa 8 giorni sono stata colpita da una fulminante grastroenterite e, visto che in caso di assunzione di antibiotici e in caso di “mal di stomaco”, la pillola può perdere il suo effetto, io mi sono detta “per qualche giorno sospendo la pillola, tanto è inutile. E poi meno bevo o mangio meglio è.” Il risultato? Il mio corpo dopo pochi giorni ha creduto che fossero passati i canonici 21 giorni di assunzione e si è messo in moto con annesso squilibrio ormonale. Ora mi ritrovo con il secondo ciclo nel giro di un mese, una contabilità completamente sballata e quando ho detto al tatuatore “questo mese sesso sicuro e/o coito interrotto”, quasi era lì a dirmi “piuttosto castità”. Ora, la pillola è una mano santa, ma quanto incide sul nostro corpo? Quanto preclude il ciclo naturale della vita, del bioritmo, del flusso di energia? Non è che siamo tutti pazzi perchè usiamo troppa chimica? E che ne è dei miei neuroni con gli ansiolitici? Magari sono lì come vecchietti in una casa di riposo e non si capiscono neanche loro. Forse vita bio-compatibile-etica-nologo-noglobal vuol dire rispettarsi e affidarsi alla natura. Certo che di sola natura io sarei morta a quest’ora (e non per scherzo) e il mondo sarebbe pieno di matricide.