quelle ordinarie giornate di sca@@o

Oggi è una di quelle giornate pesanti…sarà che è venerdì o sarà che sono proprio stanca: fisicamente e intellettualmente.
Anzi di intellettuale c’è ben poco…mi sono rotta di questo lavoro, del non affrontare mai i problemi direttamente, nel parlarsi alle spalle, nel costante senso di inutilità tranne quando ci sono dei casini, nell’incapacità collettiva di far fronte ad una programmazione e di lasciar scorrere finche il problema non si presenta bello e grande. E se penso che tra poco c’è la biennale…
E allora mi è venuto un pensiero random finche pranzavo con C., in una mezz’ora d’aria a cui pare non si abbia mai diritto: e se mollassi tutto a metà maggio e andassi a fare la guardiasala per sei mesi di biennale? Sarebbe bello solo per li lascerei veramente in balia degli eventi, praticamente sguarniti di personale zerbino.
E’ anche vero che fare la guardiasala è aberrante: tutti i giorni, 8 ore, un solo giorno di pausa alla settimana, zero vita sociale, zero mare.
Se invece mi tengo questo lavoro e annessi mal di pancia posso pensare ad una settimana di ferie, al mare dopo le 3 del pomeriggio, ai fine settimana liberi…posso fare le visite guidate quando voglio, studiare e perchè no ballare il tango.
Che poi perchè mi pongo certe domande?
Una persona sana di mente si tiene i mal di pancia…soprattutto a fronte di un guadagno misero, praticamente equivalente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...