Archivi del mese: aprile 2011

era un principe azzurro

In ufficio non ho le casse audio attaccate al pc, o meglio ce le ho ma ogni x giorni me le rubano o per un allestimento o per una conferenza o per un altro pc…e così ci ho rinunciato.
Però oggi c’era il Royal Wedding e allora ho fatto una piccola finestrella su cielotv/sky e ho continuato a lavorare, ogni tanto commentavo con C. via skype i colori dei cappelli (Elisabetta in giallo…non so se sia peggio del color perla delle suocere o del lilla/blu di certe invitate) e il vestito di lei che sembrava molto simile – per fortuna – a quello del matrimonio della regina e non alla meringa di Diana.
Ho trovato troppo cool e troppo fuori luogo gli alberi in chiesa, neanche li avesse pensati Enzo Miccio.
Per il resto ho continuato a lavorare…ora mi sto prendendo una pausa…ho tanto mal di testa.


sognare costa 5 euro

…con l’estrazione di stasera di non ho ben capito quale supernalotto.

 


sogni infranti

Avevo trovato una splendida libreria da costruire in cartongesso.
Oggi San Guido ha detto che sarebbe un suicidio farla…
troppa polvere, troppi spessori, troppo poca resistenza…

 


fuga dalla città

Chiunque vive fuori Venezia, in terraferma, vive in “campagna”…e vale per Parigi come per i colli euganei dove io sono in vacanza con mamma e il suo onnipresente moroso.
E nonostante tutte le perplessità iniziali non è male questa gita in campagna, senza tv, con poca connessione internet, con una tesina da preparare e tanti ricordi familiari da affrontare.
Per il momento…

 


e se restasse a casa sua? prigionieri a casa nostra

VENEZIA – Piazza S. Marco blindata, via le gondole e i vaporetti dal bacino e negozi chiusi: sabato 7 e domenica 8 maggio arriva il Papa Benedetto XVI a Venezia. Verranno sospese tutte le concessioni acquee davanti al molo di S. Marco e alla basilica della Salute dalle 8 del 2 maggio alle 18 del 10, per consentire la realizzazione di 2 pontili. Piazzetta dei Leoncini e rio della Canonica saranno off limits il 7 e l’8, con obbligo di chiusura dei negozi vicini al Patriarcato. Dintorni di piazza S. Marco divisi in varchi bi-direzionali, per la sola entrata e la sola uscita, con possibili sensi unici o alternati nelle aree limitrofe per facilitare il deflusso. E 370 vigili urbani, 800 volontari di Protezione civile e circa un migliaio tra forze dell’ordine e gendarmeria vaticana schierati in centro storico e in terraferma per la sicurezza del Papa, del suo seguito e dei fedeli.Venezia si prepara alla visita di Benedetto XVI nel Nord-Est. E inevitabilmente, a subire i maggiori disagi saranno i residenti in centro storico, in base a una serie di ordinanze per la regolazione della viabilità urbana, della circolazione dei mezzi acquei e l’organizzazione dell’evento.
Le operazioni di bonifica dell’area marciana partiranno a mezzogiorno del 7 maggio per concludersi alle 20 del giorno dopo. Tutti gli accessi alla Piazza (per l’occasione transennata) saranno soggetti a controllo con metal detector, e dalle 15 di sabato alle 20 di domenica è stata prevista la chiusura totale (salvo i residenti) di piazzetta dei Leoncini, delle calli Canonica, del Pellegrino, S. Basso e de la Rizza, delle fondamenta va in Canonica, de la Canonica, S. Apollonia, di rugheta S. Apollonia e del ponte della Canonica.
Eccetto per il trasporto domenicale in gondola da S. Marco alla Salute, il Santo Padre si sposterà sempre in motoscafo, con obbligo di accostamento di tutti gli altri natanti «a vista», oltre al blocco del traffico acqueo in Bacino e tra S. Marco e la Salute. E l’8 maggio, per il corteo acqueo lungo il Canal Grande, le imbarcazioni delle associazioni remiere si accoderanno tra il rio di Cannaregio e il ponte degli Scalzi.

Fonte: Leggo

VENEZIA – Per i bagni di folla veneziani delle 18 di sabato 7 e delle 9 di domenica 8 maggio, Benedetto XVI non si sposterà con la papamobile (utilizzata nel parco di S. Giuliano), ma con un veicolo elettrico light del peso di 350 kg, privo di vetri e tarato sulla capacità di sopportazione di piazza S. Marco, la cui pavimentazione prossima al molo è stata da poco restaurata. Ad accogliere il Santo Padre il pomeriggio del 7 su un palco montato tra le colonne di Marco e Todaro, il sindaco Giorgio Orsoni. E a seguire, il giro di una decina di minuti di piazzetta e piazza S. Marco, che si concluderà davanti a piazzetta dei Leoncini e alla blindatissima area del Patriarcato. Domenica mattina, invece, il Pontefice percorrerà con il suo nuovo mezzo di trasporto solo il tratto compreso tra la basilica e il molo di S. Marco, per raggiungere in gondola la chiesa della Salute. Ed escludendo i motoscafi delle forze dell’ordine e l’ambulanza, le 10 imbarcazioni del corteo papale saranno solo a remi.
Fonte: Leggo

 


let’s go…tango

A lezione, stasera, eravamo in 6…ovvero tutti (praticamente uomini) si sono dati alla macchia per pasqua e così è stata una lezione sui generis.
Abbiamo imparato a fare il gancio e io quasi mi cappottavo a terra…mi fa paura sta cosa di dover dare un calcione in mezzo alle gambe di un uomo con il tacco stando in bilico su in piede ingarbugliato nei piedi dell’uomo. A me ‘ste cose fan paura…e se faccio male a qualcuno? e se io mi faccio male?
Ma non si demorde.
Lentamente si balla.
E più ci provo, meno trattengo il respiro (anche perchè provate voi a stare praticamente in apnea per 3 minuti).


brutti sogni

Non ho incubi, ma ultimamente faccio tanti brutti sogni…legati prevalentemente alla casa (paura di tubi che si rompono, di invasioni barbariche, di crolli…) o anche di persone che non conosco bene a cui succedono cose tristi. Meglio così che sognare il lavoro…se proprio devo essere sincera…Mi sa che dopo Pasqua devo fare le pulizie di fondo, magari il mio rapporto con la casa migliora. 🙂