accenti – se ci fosse stato Niko…

Alla fine della sottocitata visita guidata dò la ricevuta per il pagamento.
Solitamente se non mi ricordo l’accento di una parola o la parola in inglese uso un sinonimo per semplificarmi la vita.
“your receipt”
Non so come l’ho pronunciata, mi è scappato l’accento e il capo gruppo mi ha brutalmente corretta.
E io sono tornata indietro con gli anni, a quando sono andata a Londra con mamma per la prima volta, frequentavo le medie e la prof ci faceva imparare i dialoghi a memoria. Mamma mi manda a comprare dei francobolli e nella mia testa sapevo come chiedere quanto costavano. Poi, io eterna indecisa e insicura (e un po’ secchiona), chiedo fantozzianamente “how many costs?” e il tizio mi corregge con: “how many? nooooo, how much!” Quel giorno mi sono metaforicamente sotterrata.
E oggi mi sono sentita come allora.
E se risuccede, diventerà “invoice”.

Annunci

3 pensieri su “accenti – se ci fosse stato Niko…

  1. “How much does it cost?” oppure, se gli articoli sono più d’uno, la forma corretta è “how much do they cost?”, oppure semplicemente “How much is it?”.
    “Receipt” (la ricevuta), si pronuncia: risìt, la p è muta.
    Se quando si parla in una lingua straniera si ha paura di sbagliare e si è tesi, allora il tutto diventa ancora più complicato e gli errori si faranno, eccome. Bisogna cercare di stare tranquilli, parlare lentamente e pensare che i nostri erroretti verranno tollerati dall’ospite e se ci correggono, pazienza, dimostrano di essere poco cortesi. Parlassero loro in Italiano che poi li correggeremmo sicuramente anche noi!!
    Grazie per la menzione nel titolo,
    un abbraccio mega 🙂

    • penso anche che durante la visita ho chiacchierato con un paio di loro e non ci sono stati problemi, è stato proprio uno sciocco scivolone.
      Non so se è generale ma ti correggono sempre in modo così brutale?
      L’imbarazzo è subentrato con il bibliotecario di cui sotto…cosa gli rispondi? Mi sono venuti in mente dei libri che avevo visto da loro e ho detto proprio la frase più banale di questa terra…meglio così piuttosto che un imbarazzante silenzio!
      In effetti ho notato che quando i visitatori sono gentili e amabili anche le mie visite sono migliori (pure con gli italiani!)

  2. Beh, certo avere degli ospiti miti, che dimostrano attenzione e comprensione verso le loro guide dev’essere tranquillizzante. Gli Inglesi non sono tutti così patiti della grammatica, anzi… spesso noi Italiani parliamo (grammaticalmente parlando), meglio di loro, questo te lo assicuro!! Un abbraccione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...