la paura fa novanta

Ieri ho avuto paura.
Tantissima paura.
La mia paura peggiore.
Quella telefonata che temo di ricevere ogni volta che squilla il telefono e che mi ha portato a convivere con la paura e gli antiansia da ormai undici anni.Mamma ieri è andata di corsa in pronto soccorso con mia zia e la bestiaccia, mentre io volavo fuori dall’ufficio, prendevo un treno senza aria condizionata e aspettavo notizie a casa di mia zia.
Ovviamente nell’unico giorno in cui in borsa non avevo il tablet, l’agenda, le chiavi di casa di mamma, lo xanax e il telefono scarico.
E aspettare è la cosa più atroce di questo mondo, anche la bestiaccia non è potuta entrare e faceva da collegamento tra la zia che era dentro e io che ero a casa.
E quando si aspetta le idee vanno ovunque e sono sempre più brutte.
Poi alla fine (o per lo meno è l’inizio del viaggio) la paura si è attenuata, sapere che ora è in ospedale (che per quanto si possa dire è pur sempre un ambiente protetto), che è strafatta di antidolorifici, che sta meglio e che tra qualche giorno ne sapremo di più…beh forse stasera dormirò.
Benedetti calcoli.

Annunci

Un pensiero su “la paura fa novanta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...