i diritti del consumatore

Un paio di giorni fa ero stanchissima e sfasata e decido di non andare in ospedale, tanto ci sarei andata l’indomani dopo il turno nello sgabiosso (una sfacchinata indecente). C, allora, decide di portarmi a fare due passi uscite dall’ufficio: guardare due vetrine e comprare una scemenza, che fa sempre bene allo spirito.
Entriamo in un negozio che ha oggettistica di design o presunto tale, comunque con delle borse molto belle da spiaggia, particolarmente frivole e ingegnose.
Ci assale un commesso maleducatissimo che ci tratta male e che è pure arrogante.
Io compro un orologio che mi piaceva e poi me ne vado.
L’altro ieri con C. ripensiamo a quel negozio e così abbiamo entrambe scritto una mail di segnalazione all’azienda, lamentandoci del commesso.
E l’azienda ha risposto e si è scusata.

Io so perchè l’ho fatto: sono stanca e sono preoccupata e quindi mi arrabbio più facilmente. Forse in altre circostanze non avrei fatto nulla, però so di non aver sbagliato. Mi chiedo solo se diranno qualcosa al commesso.

Annunci

2 pensieri su “i diritti del consumatore

  1. Mi sono fatta una scorpacciata dei tuoi ultimi post… come sta ora tua mamma? Capisco la paura che hai avuto quando è stata male, i tuoi sensi di colpa ecc…provo queste cose molto spesso pure io, ci sono giorni che ho l’ansia a mille altri che invece provo una calma piatta e sto bene, bisogna solo saperci convivere.

    Arrivando al commesso maleducato ti faccio un applauso per la segnalazione che hai fatto, se l’è meritata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...