Archivi del mese: settembre 2012

un ospite inatteso

Oggi ero nello sbagiosso e ho avuto un gruppone in visita.
Ad un certo punto siamo sullo scalone che conduce al primo piano e vedo una cosa nera, strana su un gradino. Lo guardo ma non ci faccio caso, poi un visitatore mi dice “ma è un topo!”
Io sorrido, e invito i visitatori a prendere l’altra rampa chiedendo di stare lontani e di lasciarlo in pace. Smitizzo dicendo che a Venezia il rapporto sorcio-residente è di circa 30:1.
Continuo la visita da un altro punto di vista, cerco di non perdere i miei appigli e tutto è andato bene.
Poi il guardianobiologo l’ha spostato in giardino.

Annunci

La piega

Ieri ero proprio di pessimo umore, o meglio ero molto affranta. Ed ero un po’ preoccupata per il turno nello sgabiosso, perché per principio bisogna essere cordiali e sorridenti con i turisti. Poi sono arrivata, c’è una delle colleghe che preferisco, il guardiano gentile che ci ha offerto dei pasticcini, dei visitatori finora educati e questa giornata sta prendendo una discreta piega.


corda e pietra al curatore

ok, avevo scritto un bel post esplicativo.
Si è perso.
Non è stato salvato.
La sintesi: la mia solita lamentatio perchè lavoro con degli imbecilli, stronzi e insensibili che mi bloccano la digestione, che mi fanno venire la gastrite, l’ansia e le crisi di pianto, l’insonnia e le paturnie.
E io posso farmi di antidepressivi e antiansia ma non è modo di vivere.
E sì, lo so, l’unica soluzione è andarmene.
In questo momento anche sotto un ponte viste le molte alternative.


dei rincari

Oggi è arrivata la bolletta della luce.
Una cifra nella norma.
Poi guardo il consumo: allora rispetto alla bolletta dello scorso anno e dello stesso periodo ho ridotto i consumi di 1/3 abbondante, ma la bolletta è aumentata di 4,5€.
Io più di così non so come risparmiare.


un parametro di stupidità umana

Oggi due persone diverse mi hanno chiesto di leggere dei testi che avevano scritto: come consultare un archivio e un bando.

“Perchè se lo capisci te lo capiscono tutti”

Chissà perchè ma mi sento il parametro della stupidità umana e non è che mi faccia tanto piacere, nonostante le varie cavolate che sono state dette per cercare di rabbonirmi.


c’è chi non esiste (2)

Qualche mese fa avevo scritto obiettivi e articolazioni di un progetto per l’ufficio.
Ne parlo questa mattina con il mio capo a cui è stato chiesto l’avanzamento dei lavori.
Lui si mette a spiegarmi il progetto.

Io: lo so, l’ho scritto io
Lui: ma io l’ho corretto (ndr. ci ha messo la firma), quindi l’ho fatto io

E gli ho scritto la relazione d’avanzamento, lui ha tolto una frase e quindi di chi è secondo voi la paternità?
Neanche all’asilo è così.


dilemmi

Se mi prendo la peronospera influenzale ora, cosa farò fino a maggio?