tisana e quiete

Sono le 17.20, sto bevendo una tisana di echinacea e lampone e sto prendendo fiato.
I segni che ho bisogno di una pausa sono evidenti: parlo da sola con la stampante e litigo con un documento excell.
Oltre ad avere mal di testa e gli occhi stanchi.
Diciamocelo chiaro e tondo: io odio i progetti europei. Se già la normale amministrazione è stracarica di burocrazia…ecco decuplicatela e avrete un’idea della follia pure a cui io sto andando incontro.
Con la scusa del “io sono fuori dal progetto, ma ho impostato una parte del lavoro” è tutta oggi che metto insieme pezze giustificative, che faccio rendiconti, che mi scontro con questa burocrazia assurda e mi ritrovo a litigare con un file excell o con una freccina che non viene fuori e al posto della pista di controllo penso a tutt’altra pista. E sono al 5% del lavoro. E pensare che ci sono persone bravissime che si fanno pagare per questo lavoro, molto più brave di me e soprattutto che sanno cosa fare. Ma soprattutto…io…che c’azzecco?

Annunci

Un pensiero su “tisana e quiete

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...