entrate e uscite

Mi chiamano alle 11 per chiedermi la disponibilità per una visita guidata alle 14 (sempre alla faccia del preavviso) e io accetto barcamenandomi tra le millemila cose dell’ufficio e incastrando questa uscita non programmata.
Sto per prendere il vaporetto per andare in isola e squilla il cellulare: mi avvisano che, data la pioggia (quattro gocce in croce), i visitatori preferiscono non venire.
Mi arrabbio silenziosamente, penso ai soldi non guadagnati e torno in ufficio dove la mia collega ha ben pensato di non alleggerirmi il lavoro, ma di leggersi il giornale e lasciare tutto com’era.
Sulla strada tra la fermata del vaporetto e l’ufficio entro nella mia libreria preferita, c’è pure il commesso quello gentile e di buon umore.
Penso ad un consiglio di lettura che ho trovato di recente, poi il libro ha pure la copertina rosa, il titolo è “Romanzo Rosa”, l’autrice (Bertola) mi piace e ho già letto qualcosa di suo.
E l’ho comprato.
E non c’è niente di meglio che comprarsi un libro in libreria, sfogliarlo, lasciare lì gli altri e metterselo in borsa.
Alla faccia degli acquisti on-line a cui troppo spesso mi dedico per risparmiare tempo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...