il mio fine settimana nello stanzone

Sabato e domenica sono stata di turno nello stanzone e nell’ordine:
– ho avuto un vecchio visitatore maschilista che non si rassegnava del fatto che dopo il 1400 le donne non venissero più rinchiuse o affogate nei canali. Ad un certo punto, non ricordo come, gli ho detto che per fortuna le donne oggi sono emancipate, ma soprattutto sua moglie (poradonna) gli sopravviverà.
– frotte di tedeschi ai quali ho consigliato di fare altro perché nessuna guida da noi parla tedesco.
– simpatiche vecchiette anglofone
– un corso di storia dell’arte di anziani e mi sono divertita come quando ho le classi
– un corso di una prestigiosa università tedesca e mi sono consolata: sono fancazzisti come esattamente gli studenti italiani
e…the last but not the least…
– un mio ex professore universitario che merita un capitolo a parte (nel prossimo post).
Oggi sono stanca e ho concluso poco fa con un gruppo di svedesi sulle orme di Palladio. Faccio vedere loro uno scalone monumentale e il capogruppo mi chiede di intervenire: anche loro ce l’hanno perché un architetto svedese aveva incontrato nel 1643 quello veneziano e ha preso ispirazione per uno scalone monumentale a Stoccolma.
“Il primo esempio di scala a doppia rampa in Europa” dico io, come sempre.
“E noi abbiamo la seconda.” Risponde lui.
Alla faccia del campanilismo.

Annunci

2 pensieri su “il mio fine settimana nello stanzone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...