latinamente

Ore 17.50 e sto finendo l’ultima visita guidata della giornata, la quinta per la precisione.
Ho con me solo due persone: una gentile signora italiana e un americano che si dimostra da subito attento, ma soprattutto colto. Sono stanca, devo stare attenta a quello che dico: discutere di massimi sistemi a fine turno non è divertente.
Arriviamo alla lapide commemorativa in latino che traduco, a prescindere, anche ai visitatori italiani…che non si sa mai. Agli inglesi (non britannici, inglesi) la faccio sempre vedere perchè ne hanno una identica a Londra e vanno in brodo di giuggiole.
Leggo in latino e traduco.
E l’americano ride.
Ed ecco che ci addentriamo nei massimi sistemi.
Mi dice che in inglese il latino ha pronunce diverse, due per la precisione.
Faccio presente che anche noi abbiamo la pronuncia classica e quella restituta (che nessuno usa più, tranne il mio ex professore con la barba del ginnasio).
Fatto sta che mi spiega che hanno queste pronunce molto diverse, anglofone e a lui quella lapide fa sorridere perchè c’è un gioco di parole se costruisci la frase in modo diverso e la pronunci all’inglese.
Sul serio, io da ieri sto ancora cercando di capire, ma mi servirebbe un vocabolario di latino, una grammatica e un dizionario d’inglese.
O forse è solo humor britannico…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...