coincidenze letterarie, mio cugino Will

Questo blog è nato un po’ per caso, un po’ per noia e un po’ perché io sono una bloggettara nata e autoreferenziale in un giorno d’agosto.
Era il 24 agosto 2007.
E, ovviamente, era su un’altra piattaforma.
La cosa più complicata è stata scegliere il nome e il titolo.
Su “luce del mattino” non sono ancora convinta, ma ormai ci convivo da sette anni e va bene così…
“di giorno in giorno” è stata invece una scelta dettata dal cuore, quella che non cambierei mai. E non so perché.

Il testo di Shakespeare che preferisco è “Macbeth”, troppo lungo spiegare perché e per come. Ne risentirebbe la mia reputazione.
Fatto sta che l’altro giorno ho riscoperto questo passo:
Creeps in this petty pace from day to day
To the last syllable of recorded time
(atto V, scena 5)
La povera Lady Macbeth è morta e il marito dice: doveva pur accadere prima o poi (sempre carino lui…) bla bla bla… il tempo striscia, di giorno in giorno, fino all’estrema sillaba.

Così per dire.
Si intende.    

Annunci

Un pensiero su “coincidenze letterarie, mio cugino Will

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...