la virtù dell’equilibrio

C’è una linea sottilissima che divide l’universo mondo, anche graficamente: bene/male, giusto/sbagliato, coerenza/incoerenza e si potrebbe andare avanti all’infinito.

Cosa tiene ancorata una persona? Qual è il punto di rottura o di non ritorno quando la follia diventa ossessione, quando il reale si fonde con la finzione, quando le parole dentro assumono più valore delle parole fuori?

No, non sto scivolando lungo un crinale  pericoloso, sto solo pensando visto che oggi ho il tempo per farlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...