non oltre queste righe

Il cardellino di Donna Tartt prende avvio da un evento traumatico: una bomba in un museo di New York cambia la vita al giovane Theo dando avvio al grande romanzo di formazione.
Ma, appunto, è un romanzo.

Ammetto di essere stata sconvolta, ieri, quando ho letto la notizia che in un museo (volutamente non mi appunto il nome e il luogo, per andare dal particolare al generale) c’erano degli ostaggi e che, successivamente, alcuni di loro sono stati uccisi.
Ho provato la stessa paura e la stessa rabbia di quando vedo distruggere opere d’arte da ideologie non solo contemporanee, poi cerco di riflettere sul fatto che i luoghi di culto, le scuole, i luoghi del potere politico ed economico e anche i siti archeologici rappresentano uno strumento di propaganda e cerco di leggere con gli occhi della storia anche se rimango infastidita o meglio disgustata dalla razza umana e non riesco a mettere da parte i sentimenti “di pancia”.

Però ieri è stato diverso: è accaduto in un museo.
Tralasciamo per una volta concetti quali musealizzazione, decontestualizzazione delle opere o di accessibilità.
Per me (e ripeto solo per me) un museo è spazio in cui la bellezza ritrova la sua ragion d’essere, un luogo dove sentirsi piccoli, dove l’uomo nella sua più intima essenza ha espresso sé stesso; per me è uno dei luoghi prediletti per riflettere, per riposarsi, ristorarsi, per proteggersi dal sole e dalla pioggia, per passare il tempo, dove costruire dei ricordi, trovare parti di me, incontrare altro da me, dove l’intelligenza umana si fonde con il divino.
E non riesco ad accettare quello che è successo, la mia mente non capisce perché lì e in quel modo.
Il museo per me è un luogo sacro.
E, una volta, tanto tempo fa i luoghi sacri erano intoccabili.

Un pensiero su “non oltre queste righe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...