lo stato dell’ansia

Saranno nell’ordine:
la primavera, lo stato confusionario degli ormoni, l’assenza di acqua calda nella doccia, gli idraulici, il tecnico della caldaia, la signora delle pulizie che non pulisce, un tecnico che aspetto e non richiama, l’agenda che comincia a riempirsi, il mezzo lavoro che scombina gli appuntamenti, i turisti, il conto che comincia a languire e io che ho voglia di spendere, la paura che suoni il telefono, l’apprensione per un Amico che sta male, l’approssimarsi della biennale e il mio capo che rischia di perdere la testa, quel senso di inadeguata stanchezza che ho in ufficio.
Ciò non toglie che ho proprio un grumo d’ansia lì, che preme.

Annunci

Un pensiero su “lo stato dell’ansia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...