la pigrizia delle dita

Giorni inquieti questi o forse giorni stanchi, perché le ferie sembrano ancora un miraggio.
Ho le dita pigre: leggo tanto ma scrivo poco (anche qui sul blog).

Sono sempre stata un’aspirante scrittrice con poche doti.
Ho passato anni a scrivere per ore intere su taccuini, quaderni, con la macchina da scrivere, a pc e sto rileggendo tutto quello che ho salvato o che è rimasto: romanzetti, racconti brevi, idee.
Forse la cosa peggio riuscita è la sceneggiatura, anzi no, la pièce teatrale…altri tempi.
Qualcosa di buono ogni tanto si vede, talvolta mi viene voglia di rimetterci mano, riadattare, correggere, aggiornare.
E poi mi domando: perché?
Ho rinunciato ai concorsi di scrittura dopo un anno di tentativi intensi e privi di qualunque risultato (e credo di averne fatti almeno una ventina), un po’ come in questi ultimi anni nei quali ho rinunciato alle relazioni di coppia dopo diverse prove inconcludenti.
Tutto questo per dire che in questo periodo ho le dita pigre e pure senza smalto.

Annunci

2 pensieri su “la pigrizia delle dita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...