il crepuscolo fuori di me

Inizio a lavorare per le mostre di fine maggio e, come ogni anno, mi preparo psicologicamente agli orari improponibili, agli artisti, ai curatori, ai colleghi, a mettere da parte il lavoro all’aeroporto e nello stanzone per un po’, ai cambi veloci di vestiti mentre sono in ufficio, ai pranzi pianificati.
Quest’anno dalla mia parte ho un buon antidepressivo che mi rende decisamente meno aggressiva e più tranquillamente fatalista.
Anche quando si tratta di affrontare dei cambiamenti.
…esserci arrivata prima mi sarei evitata la gastrite…

Annunci

2 pensieri su “il crepuscolo fuori di me

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...