gatteria

gatto2Io sono una gattara, sono una di quelle che per la strada si ferma a parlare con i gatti, che li preferisce spesso alle persone…
Stamattina sono andata a fare colazione in un bar che mi piace, ma nel quale le commesse sono alquanto sgarbate (come nella media veneziana), però il tutto è stata addolcito dal gattone che presidiava la porta e accoglieva gli avventori, garbatamente stravaccato.
Credo di aver dedicato più tempo a fargli le coccole che al mio macchiatone. La brioche era discutibile.

Annunci

chi sbadiglia

La notte ha un fascino tutto suo, forse a Venezia anche di più.
Ieri notte era abbastanza ventilata, fresca.
Sbadigliavano le persone che tornavano a casa.
Sbadigliavo io e gli altri che stavamo andando a lavorare. 
Il consierge di notte beveva un doppio caffè non solubile come quello che mi ha offerto.
Borbottava il tassista.
C’erano anche dei topi…o delle pantegane, che non sbadigliavano, ma forse loro lo fanno al sorgere del sole.

ironia venatoria

“Uh, guarda, in quest’oasi curano gli ungulati orfani!”
“Chi?”
“I piccoli cervi orfani e i caprioli…”
“…”
“Nascono a maggio…”
“Sarebbe bello tornare a giugno, così vediamo i piccoli, uccidiamo la mamma e ci portiamo via l’orfano.”
“…?”
“Così avrebbero il mio imprinting. Ovviamente.”

Per fortuna nessuno mi crede.