Archivi categoria: scarpe

l’eterno dilemma

Ogni tanto mi piace avere dei dilemmi frivoli: ma le scarpe nuove e belle perchè raramente sono anche comode? Esco comoda o con i piedi felici?

Oggi sono uscita con i piedi felici e le scarpe di ricambio in borsa!

Annunci

rimescolamenti

Ho progettato due passeggiate per turisti per un’agenzia.
Le proverò entrambe nel fine settimana.
E a dire il vero ho un filino d’ansia.
Giusto un po’.
Ma forse è perchè devo sgomberare dei mobili.
O perchè casa mia sembra un magazzino di un accumulatore compulsivo e temo di non venirne mai più fuori.
O perchè voglio ridipingere delle pareti, ma l’istinto ce l’ho soprattutto di notte.
O perchè pensavo di aver sistemato tutte le scarpe che non faccio in tempo a distrarmi e ne trovo un altro paio e in tutto questo non so cosa mettermi.
O perchè il mio ciclo si sta coordinando con quello della mia collega: io piango e lei sbraita.
O perchè mi sento terribilmente e inesorabilmente…(no, non la scrivo quella parola).


non ho…

WhatsApp Image 2017-05-23 at 09.11.53

…un paio di scarpe da mettere.
Alla faccia di Marie Kondo e del magico potere del riordino.


riconoscere i progressi

Secondo LaStrizza ho fatto dell’esaltazione del difetto la mia bandiera di battaglia.
Molto del lavoro che abbiamo fatto è stato focalizzato anche nell’accettazione dei moltissimi difetti ma anche nel riconoscere quelli che difetti o “cose brutte” non sono. 
E così, davanti allo specchio, mi domando: “oggi cosa non mi fa schifo di me?”
Per fortuna la frase è mutata lentamente in: “oggi cosa non è poi così brutto e inaccettabile di me?”
La strada da fare è ancora tantissima, sono ferma a piccole parti: talvolta i lobi delle orecchie, talvolta il collo, talvolta gli occhi.
Non sono mai andata oltre.
Ma stamattina ho messo i tacchi.
Erano anni che non camminavo con i tacchi senza avere male al piede, alla caviglia, alle ginocchia, senza slogarmi una caviglia, senza sentirmi inappropriata.
Oggi ho detto: “i miei piedi, con queste scarpe serie con il tacco, non sono brutti”.
E in realtà sono contenta, come lo sono della fatica che faccio in palestra.


sotto l’albero

Quest’anno mi sono fatta un regalo inatteso (oltre ad un inevitabile paio di scarpe): un lavoro, con un contratto, con i buoni pasto… 

E così ridimensiono i miei progetti, il mio “piano salute” cambiando palestra, riaprendo il tag “vita da segreteria organizzativa”, lasciando in cassetto la tuta e reiventandomi uno stile.


Le buone intenzioni

Top ten delle buone intenzioni per quest’autunno
1. chiudere il buco nero che ho sotto al letto
2. andare in palestra
3. andare in piscina
4. trovare una buona postazione di co-working
5. iniziare il corso al quale mi sono iscritta e fare la secchiona
6. trovare un lavoro serio
7. studiare Venezia andando a visitare tutto quello che mi manca
8. non comprare scarpe e vestiti
9. riordinare le bollette pagate
10. capire che la vita sta cambiando


prove di cammino

scarpe-incammino

E si inizia a provare le scarpe…